Sollecito COA all’avvocato per pagamento contributi d’iscrizione: impugnabile con ricorso al CNF?

La deliberazione del Consiglio territoriale destinata unicamente a sollecitare il pagamento dei contributi di iscrizione non versati, con contestuale assegnazione di termine per la regolarizzazione della posizione, costituisce mero atto endoprocedimentale privo di definitività, e in quanto tale non è autonomamente impugnabile con ricorso al CNF.    Consiglio Nazionale Forense (pres. f.f. Picchioni, rel. Secchieri), sentenza del 16 ottobre 2018, n. 119 (pubbl. 15.2.2019) CondividiPost correlati:CNF, l’avvocato non può pretendere il pagamento del compenso da chi non sia debitore Aprile 5, 2018 CNF, messaggio pubblicitario dell’avvocato che enfatizza il corrispettivo: sì, ma con alc ..........

L'articolo completo e' riservato agli abbonati.
Login .:. Abbonati ora .:. Richiedi articolo
Visualizza
Nascondi