Spese di lite, compensazione, gravi ed eccezionali ragioni: accoglimento della domanda in presenza di consolidata giurisprudenza contraria

In base all’art. 92 c.p.c., novellato dal D.L. 132/2014, art. 13, comma 1, conv., con mod., nella L. 162/2014, la compensazione delle spese è consentita, oltre che nel caso di soccombenza reciproca, anche in quello di “assoluta novità della questione trattata o mutamento della giurisprudenza rispetto alle questioni dirimenti”. Posto che su tale disposizione è intervenuta la sentenza n. 77 del 2018 della Corte Cost., la quale ne ha dichiarato l’illegittimità costituzionale “nella parte in cui non prevede che il giudice possa compensare le spese tra le parti, parzialmente o per intero, anche qualora sussistano altre analoghe gravi ed eccezionali ragioni̶ ..........

L'articolo completo e' riservato agli abbonati.
Login .:. Abbonati ora .:. Richiedi articolo
Visualizza
Nascondi