Sentenza d’appello motivata per relationem a quella di primo grado, generica condivisione della ricostruzione in fatto e delle argomentazioni: motivazione apparente

E’ nulla, ai sensi dell’art. 360 c.p.c., comma 1, n. 4, per violazione dell’art. 132 c.p.c., comma 2, n. 4, la motivazione solo apparente, che non costituisce espressione di un autonomo processo deliberativo, quale la sentenza di appello motivata “per relationem” alla sentenza di primo grado, attraverso una generica condivisione della ricostruzione in fatto e delle argomentazioni svolte dal primo giudice, senza alcun esame critico delle stesse in base ai motivi di gravame.   Cassazione civile, sezione terza, ordinanza del 18.6.2019, n. 16294 CondividiPost correlati:Sentenza di appello motivata "per relationem" alla sentenza di primo grado e processo tribut ..........

L'articolo completo e' riservato agli abbonati.
Login .:. Abbonati ora .:. Richiedi articolo
Visualizza
Nascondi