Se c’è incertezza nell’ordinanza di rimessione, allora il ricorso alla Consulta è inammissibile

L’ambiguità e l’indeterminatezza del petitum, così come pure l’incertezza circa l’intervento richiesto, costituiscono motivi di inammissibilità, segnatamente quando si solleciti una pronuncia manipolativa senza indicare punti di riferimento o soluzioni, ancorché non costituzionalmente obbligati, già rinvenibili nell’ordinamento, i quali consentano a questa Corte di intervenire nel senso richiesto.     Corte costituzionale, sentenza del 31.01.2020, n. 7 CondividiPost correlati:Procedimento possessorio, struttura solo eventualmente bifasica, ordinanza resa in sede di reclamo: inammissibile il ricorso straordinario per cassazione Luglio 3, 2017 Ricorso per Cass ..........

L'articolo completo e' riservato agli abbonati.
Login .:. Abbonati ora .:. Richiedi articolo
Visualizza
Nascondi