Rilevanza probatoria di CUD e buste paga

Non assume rilevanza probatoria ai fini del pagamento del dovuto (nella specie a titolo di TFR) i documenti (quali il CUD e la busta paga) provenienti dalla stessa parte interessata, trovando applicazione il principio secondo cui il documento proveniente dalla parte che voglia giovarsene non può costituire prova in favore della stessa né determina inversione dell’onere probatorio in caso di contestazione.   Cassazione civile, sezione sesta, ordinanza del 3.12.2018, n. 31173 CondividiPost correlati:Copie delle buste paga, insinuazione al passivo fallimentare, efficacia probatoria Giugno 11, 2019 Compenso avvocato: l'onere di provare lo svolgimento dell'attività professionale in ..........

L'articolo completo e' riservato agli abbonati.
Login .:. Abbonati ora .:. Richiedi articolo
Visualizza
Nascondi