Per interpretare si utilizza l’art. 12 preleggi. L’intenzione del legislatore va obiettivata.

La norma che deve essere seguita in sede di interpretazione di disposizione di legge è l’art. 12 delle preleggi, secondo la quale “Nell’applicare la legge non si può ad essa attribuire altro senso che quello fatto palese dal significato proprio delle parole secondo la connessione di esse, e dalla intenzione del legislatore”. in tale disposizione si rinvengono indicazioni a favore dell’interpretazione letterale, sistematica e teleologica. L’’intenzione del legislatore, secondo l’orientamento prevalente in dottrina, va intesa come intenzione del legislatore obiettivata nella norma: l’interprete non può, dunque, ritenersi vincolato a ce ..........

L'articolo completo e' riservato agli abbonati.
Login .:. Abbonati ora .:. Richiedi articolo
Visualizza
Nascondi