Patrocinio a spese dello Stato, compenso, tariffe, difesa d’ufficio e ricorso per decreto ingiuntivo

In tema di patrocinio a spese dello Stato, la disposizione di cui al D.P.R. 30 maggio 2002, n. 115, art. 82, che impone di liquidare l’onorario e le spese al difensore in modo che l’importo non risulti superiore ai valori medi delle tariffe professionali vigenti, va interpretata nel senso che la media dei valori tariffari funge da limite massimo, non nel senso che la liquidazione debba avvenire necessariamente secondo la media delle tariffe, potendo il compenso essere liquidato anche in misura inferiore ad essa, purchè non al di sotto delle tariffe minime. In tema di difesa d’ufficio, il ricorso al procedimento monitorio costituisce un passaggio obbl ..........

L'articolo completo e' riservato agli abbonati.
Login .:. Abbonati ora .:. Richiedi articolo
Visualizza
Nascondi