Opponibilità della simulazione ai terzi acquirenti e prova per presunzioni

In punto di valutazione dei presupposti per l’opponibilità della simulazione ai terzi acquirenti, in riferimento all’art. 1415 cod.civ., deve ritenersi sussistente una presunzione semplice di buona fede in capo agli stessi, per il superamento della quale è da ritenersi ammissibile il ricorso alla prova presuntiva. Corte di appello di Roma, sentenza del 26.5.2022 Download CondividiPost correlati:Prova per presunzioni: procedimento da seguire ai fini della valutazione degli indizi Febbraio 14, 2020 La valutazione della prova è attendibilità rappresentativa. Ai fini del ricorso per Cassazione, serve la prova della certezza sull’esito favorevole della causa, laddove il&h ..........

L'articolo completo e' riservato agli abbonati.
Login .:. Abbonati ora .:. Richiedi articolo
Visualizza
Nascondi