Notifica a mezzo posta, consegna dell’atto a persona che si trovi (anche temporaneamente) presso il destinatario, rapporto di collegamento, presunzione

Nella notificazione a mezzo del servizio postale, eseguita mediante consegna dell’atto a persona che si trovi, anche temporaneamente, presso il destinatario, il rapporto di collegamento, almeno provvisorio (perchè addetta alla casa o al servizio od anche alla distribuzione della posta), può essere presunto sulla base del fatto che la suddetta persona si sia trovata nell’abitazione del destinatario ed abbia preso in consegna l’atto da notificare, con la conseguente rilevanza esclusiva della prova della non convivenza, che il destinatario ha l’onere di fornire. Cassazione civile, sezione sesta, ordinanza del 22.11.2019, n. 30542 CondividiPost correlati:Comunicazion ..........

L'articolo completo e' riservato agli abbonati.
Login .:. Abbonati ora .:. Richiedi articolo
Visualizza
Nascondi