Sentenza sorretta da pluralità di ragioni, distinte ed autonome: impugnarle tutte per evitare il difetto di interesse

Ove la sentenza sia sorretta da una pluralità di ragioni, distinte ed autonome, ciascuna delle quali giuridicamente e logicamente sufficiente a giustificare la decisione adottata, l’omessa impugnazione di una di esse rende inammissibile, per difetto di interesse, la censura relativa alle altre, la quale, essendo divenuta definitiva l’autonoma motivazione non impugnata, non potrebbe produrre in nessun caso l’annullamento della sentenza. Cassazione civile, sezione seconda, ordinanza del  19.08.2020, n. 17306 Download CondividiPost correlati:Eccezione di difetto di legittimazione passiva accolta per ragioni diverse da quelle su cui l'eccezione si era basata: violaz ..........

L'articolo completo e' riservato agli abbonati.
Login .:. Abbonati ora .:. Richiedi articolo
Visualizza
Nascondi