Illecito concorrenziale

Ai fini dell’illecito concorrenziale di cui alla L. n. 287 del 1990, art. 2, rilevano tutti i contratti che costituiscano applicazione di intese illecite, anche se conclusi in epoca anteriore all’accertamento della loro illiceità da parte dell’autorità indipendente preposta alla regolazione di quel mercato.   Cassazione civile, sezione prima, sentenza del 22.05.2019, n. 13846 CondividiPost correlati:Omessa esecuzione al mandato e false indicazioni al cliente, illecito disciplinare; illecito deontologico atipico e interpretazione per analogia Giugno 10, 2020 L’intenzionale violazione delle preclusioni processuali: illecito deontologico. Omessa restituzione al cliente d ..........

L'articolo completo e' riservato agli abbonati.
Login .:. Abbonati ora .:. Richiedi articolo
Visualizza
Nascondi