Il CSM sui progetti di Giustizia Predittiva degli uffici giudiziari: va bene, ma preparazione ad hoc e controllo a posteriori

Per il Consiglio Superiore della Magistratura i progetti di Giustizia Predittiva attivati da alcuni uffici giudiziari presuppongono:

-una specifica attività formativa in favore dei tirocinanti;

-un controllo a posteriori sull’attività di massimazione.

Esattamente, si legge nella delibera di risoluzione sui tirocini formativi presso gli uffici giudiziari (pratica n. 1058/VV/2013 del 26.7.2019, prot. P13750/2019), alla pag. 12, che:

La raccolta giurisprudenziale e la predisposizione di schede tematiche, anche nell’ambito di progetti di giustizia predittiva attivati da alcuni uffici giudiziari presuppongono che venga svolta specifica attività formativa in favore dei tirocinanti, ed altresì un controllo a posteriori, in quanto l’elaborazione di orientamenti e la massimazione di sentenze è questione delicata che richiede preparazione ad hoc“.

———————————————————————-

 

Per approfondimenti sul tema:

-Progetti di Giustizia Predittiva nelle Corti di Appello (Venezia, Brescia, Bari)

-CASELLATI (Presidente del Senato) si interroga sulla giustizia predittiva

-Anche la Scuola Superiore Sant’Anna esplora la Giustizia Predittiva

-Focus su giustizia predittiva ed interpretazione della legge: giurisprudenza, dottrina, prassi

-VIOLA, Giurimetria, composizione di dati e giustizia predittiva

-LUDOVICI, La preminenza della norma nell’interpretazione della legge

-FILIPPELLI, L’incoerente parallelismo dei sistemi giuridici di civil law e di common law, tra giustizia predittiva e giurisprudenza prevedibile

-GIORDANO, Giustizia predittiva e overruling

 

 

SEGNALAZIONE EDITORIALE:

VIOLA, Interpretazione della legge con modelli matematici. Processo, a.d.r., giustizia predittivaDirittoAvanzato, Milano, 2018.