Gli atti amministrativi si interpretano come un contratto

L’interpretazione degli atti amministrativi  soggiace alle stesse regole dettate dall’art. 1362 e ss. c.c. per l’interpretazione dei contratti, tra le quali assume carattere preminente quella collegata all’interpretazione letterale, in quanto compatibile con il provvedimento amministrativo.     Tribunale Bergamo, sezione terza, sentenza del 29.10.2019   CondividiPost correlati:Pignoramento: spese “per gli atti necessari al processo” Maggio 6, 2020 Conclusionale: sì a nuove ragioni, no a fatti nuovi. Si può rilevare in conclusionale che il contratto, anzichè come preliminare, è stato stipulato come definitivo di cosa futura? Ottobre 9, 2019 Contratto d’o ..........

L'articolo completo e' riservato agli abbonati.
Login .:. Abbonati ora .:. Richiedi articolo
Visualizza
Nascondi