Giustizia Predittiva: ne parla anche Pajno (Presidente emerito del Consiglio di Stato)

In occasione dell’evento,

tenutosi a Napoli nei giorni 11-12-13 ottobre 2019, dal titolo Giustizia&Crescita: The Young Hope, organizzato dalla Scuola di Fino a Prova Contraria (qui il programma), si è parlato molto di Giustizia Predittiva, con Paola SEVERINO (Vicepresidente Università Luiss Guido Carli) e con Luciano VIOLANTE (Presidente emerito della Camera dei Deputati).

In particolare, si riporta un estratto di quanto affermato da Alessandro PAJNO (Presidente emerito del Consiglio di Stato), sul tema della Giustizia predittiva:

“L’aspetto rilevante di questo discorso è dato dalla formulazione di queste banche dati sostanzialmente che raccolgono la giurisprudenza e ordinano questa giurisprudenza.

Queste banche dati sono diventate determinanti per l’ uso in sostanza che ne possono fare i Lawyers,  cioè gli avvocati, i soggetti che si occupano di queste cose e anche lo stesso … la questione dell’ intelligenza artificiale si pone nei confronti del sistema giustizia in due modi:

- nel modo di miglioramento della qualità del sistema, di maggiore efficienza del sistema attraverso queste forme di informatizzazione soprattutto con riferimento ai processi  e all’ informatizzazione delle banche dati e delle sentenze;

-elaborazione di aiuti sostanzialmente al giudice e anche alle parti; pone in termini di quella che si chiama giustizia predittiva e cioè quella giustizia che intende anticipare prima sostanzialmente l’ esito possibile della decisione e che diventa non una cosa che sostituisce il giudizio, ma una cosa che aiuta sostanzialmente; per esempio l’ avvocato, diciamo il mediatore, a dare un consiglio adeguato sull’opportunità o  sulla probabilità che quella causa abbia un successo; poi ancora sull’ ausilio che questo tipo di giustizia può dare al giudice; si pone anche come strumento che interviene all’ interno del processo perché all’ interno del processo può intervenire sostanzialmente come elemento che si interfaccia col giudice e secondo alcuni come elemento per le controversie più facili che potrebbe addirittura sostituire o di eliminare il giudice ma vedremo se questa è una cosa ragionevole…”.

—————————————————

 

Per approfondimenti:

-Voce enciclopedica TRECCANI: Giustizia predittiva

-Giustizia Predittiva: ne parla anche il Presidente della Suprema Corte di Cassazione

-il CSM sui progetti di Giustizia Predittiva degli uffici giudiziari: va bene, ma preparazione ad hoc e controllo a posteriori

-Progetti di Giustizia Predittiva nelle Corti di Appello (Venezia, Brescia, Bari)

-CASELLATI (Presidente del Senato) si interroga sulla giustizia predittiva

-Anche la Scuola Superiore Sant’Anna esplora la Giustizia Predittiva

-Focus su giustizia predittiva ed interpretazione della legge: giurisprudenza, dottrina, prassi

-VIOLA, Giurimetria, composizione di dati e giustizia predittiva

-LUDOVICI, La preminenza della norma nell’interpretazione della legge

-FILIPPELLI, L’incoerente parallelismo dei sistemi giuridici di civil law e di common law, tra giustizia predittiva e giurisprudenza prevedibile

-GIORDANO, Giustizia predittiva e overruling

-GILLI, La predittività come strumento per l’efficienza delle amministrazioni territoriali di livello locale

-Interessi legali calcolati con ReMida (Tribunale di Torino, sezione quarta, sentenza del 13.02.2018)

-Danno biologico liquidato con l’ausilio del programma ReMida (Tribunale di Catania, sezione terza, sentenza del 26.02.2019).

 

 

SEGNALAZIONE EDITORIALE:

VIOLA, Interpretazione della legge con modelli matematici. Processo, a.d.r., giustizia predittivaDirittoAvanzato, Milano, 2018.

 

EVENTI di presentazione del modello matematico per l’interpretazione della legge:

ROMA, Istituto dell’Enciclopedia Treccani, 19.10.2018: servizio televisivo (qui la registrazione per esteso) [articolo su LaStampa]
LONDRA, Westmister Center, 21.6.2019: registrazione per esteso su RadioRadicale [articolo su ItaliaOggi]