Figli, affido e Sindrome da alienazione parentale: rifiuto immotivato e sproporzionato rispetto alle mancanze attribuite al genitore, occorre agire con urgenza

Al di là delle questioni circa il consenso della comunità scientifica in ordine alla Sindrome da Alienazione Parentale, la grave situazione in cui versa il minore, connotata da una sostanziale elisione della figura paterna, richiede di essere affrontata e risolta con urgenza, onde evitare che evolva verso l’irreversibilità. Nella specie, pertanto, il minore, portatore di un rifiuto nei confronti del padre, largamente immotivato e del tutto sproporzionato rispetto alle mancanze che attribuisce al genitore, che è andato peggiorando fino a diventare totale, va affidato al padre.

Tribunale di Brescia, ordinanza del 19.11.2018