Falsa rappresentazione a terzi dell’operato di un collega, lesione dell’immagine professionale e personale: illecito disciplinare

Costituisce illecito disciplinare il comportamento dell’avvocato che rappresenti falsamente a terzi l’operato di un collega, accusandolo mendacemente di gravi inadempienze sotto il profilo professionale (nella specie, patrocinio infedele e omessa informativa in ordine agli atti ed allo stato del procedimento), così ledendone la immagine professionale e personale. Consiglio Nazionale Forense (pres. f.f. Picchioni, rel. Iacona), sentenza n. 110 del 17 ottobre 2019 (pubbl. 20.2.2020) Download CondividiPost correlati:Condotte dell’avvocato che non riguardano l’esercizio della professione ma compromettono l’immagine dell’avvocatura: responsabilità disciplinare Gennaio 9, 2019 ..........

L'articolo completo e' riservato agli abbonati.
Login .:. Abbonati ora .:. Richiedi articolo
Visualizza
Nascondi