Domicilio eletto in primo grado, notifica, omessa comunicazione della variazione della sede dell’ufficio del difensore, conseguenze

La notifica dell’atto, se effettuata presso il domicilio eletto nel giudizio di primo grado, in persona del procuratore costituito, ed accettata dal consegnatario (nella specie, in qualità di addetto alla ricezione), è efficace e, come tale, idonea a stabilire il contraddittorio; l’intervenuta variazione della sede dell’ufficio del difensore, nelle more del giudizio, resta dunque irrilevante, perchè non comunicata. Cassazione civile, sezione sesta, ordinanza del 3.6.2020, n. 10480 Download CondividiPost correlati:Notifica della sentenza ad una p.a., contrasti giurisprudenziali sottoposti alle ss.uu.: sede della p.a. contemporaneamente sede dell’avvocatura e domic ..........

L'articolo completo e' riservato agli abbonati.
Login .:. Abbonati ora .:. Richiedi articolo
Visualizza
Nascondi