Domanda di risarcimento dei danni ex art. 96 c.p.c.: oneri probatori

Va confermato il principio secondo cui la domanda di risarcimento dei danni ex art. 96 c.p.c. non può trovare accoglimento tutte le volte in cui la parte istante non abbia assolto all’onere di allegare (almeno) gli elementi di fatto necessari alla liquidazione, pur equitativa, del danno lamentato. Cassazione civile, sezione seconda, ordinanza del 30.5.2019, n. 14832 CondividiPost correlati:Azione di risarcimento dei danni ex art. 96 c.p.c.: a volte può esercitarsi in un giudizio separato ed autonomo Febbraio 28, 2018 Uso illegittimo di una prova, responsabilità processuale: il risarcimento dei danni ex art. 96 c.p.c. va chiesto nel processo in cui la condotta è stata tenuta Ma ..........

L'articolo completo e' riservato agli abbonati.
Login .:. Abbonati ora .:. Richiedi articolo
Visualizza
Nascondi