Cose in custodia: presunzione ed onere probatorio

L’art. 2051 c.c. pone a carico del custode una presunzione di responsabilità, che può essere vinta da qualsiasi prova contraria: e questa prova contraria, in virtù del principio della equivalenza delle fonti di prova e del libero convincimento del giudice, può essere costituito tanto da una prova storica (come la testimonianza o il documento), quando da una prova critica, come la presunzione semplice di cui all’art. 2727 c.c..   Cassazione civile, sezione sesta, ordinanza del 28.05.2019, n. 14480 CondividiPost correlati:Responsabilità da cose in custodia ed onere probatorio Luglio 2, 2018 Erede ed onere probatorio Gennaio 18, 2019 Responsabilità sanitaria ed onere probato ..........

L'articolo completo e' riservato agli abbonati.
Login .:. Abbonati ora .:. Richiedi articolo
Visualizza
Nascondi