Controversie in materia di previdenza e di assistenza obbligatoria, ATP obbligatorio, contestazione delle conclusioni del CTU

L’art. 445 bis c. 5° c.p.c. prevede che “Nei casi di mancato accordo, la parte che abbia dichiarato di contestare le conclusioni del consulente tecnico dell’ufficio deve depositare, presso il giudice di cui al comma primo, entro il termine perentorio di trenta giorni dalla formulazione della dichiarazione di dissenso, il ricorso introduttivo del giudizio, specificando, a pena di inammissibilità, i motivi della contestazione”. Il ricorso in questione, che la parte deve proporre nel termine perentorio di trenta giorni dalla dichiarazione di contestazione, presenta caratteristiche analoghe a quelle di un appello, imponendo la norma, a pena di inammissibilità ..........

L'articolo completo e' riservato agli abbonati.
Login .:. Abbonati ora .:. Richiedi articolo
Visualizza
Nascondi