CNF: responsabilità dell’Avvocato per fatto di associati, collaboratori e sostituti su falsa negazione di aver mai ricevuto dal terzo pignorato la dichiarazione ex art. 547 c.p.c.

Il Consiglio Nazionale Forense ha recentemente pubblicato sul proprio portale istituzionale dedicato al Codice Deontologico Forense la sentenza del 24 novembre 2017, n. 184.  In essa vengono espressi, come lo stesso CNF comunica, i seguenti principi: è deontologicamente rilevante, perché contrario a correttezza e buona fede, il comportamento dell’avvocato che – al fine di aggravare l’esposizione del debitore – neghi di aver mai ricevuto dal terzo pignorato la dichiarazione ex art. 547 c.p.c., in realtà trasmessagli più volte e con modalità diverse (posta cartacea, fax ed email, nonché rammostrata in udienza); l’avvocato è personalmente responsabile per condotte, ..........

L'articolo completo e' riservato agli abbonati.
Login .:. Abbonati ora .:. Richiedi articolo
Visualizza
Nascondi