Chiamata in causa del terzo, fissazione di nuova udienza per la costituzione, discrezionalità del giudice

In tema di chiamata in causa di un terzo su istanza di parte, al di fuori delle ipotesi di litisconsorzio necessario, è discrezionale il provvedimento del giudice di fissazione di una nuova udienza per consentire la citazione del terzo: conseguentemente, sebbene sia stata tempestivamente chiesta dal convenuto la chiamata in causa del terzo ex art. 269 cod. proc. civ., in manleva o in regresso, il giudice può rifiutare di fissare una nuova prima udienza per la costituzione del terzo. Tribunale di Bari, sentenza del 4.12.2018 CondividiPost correlati:Procedimento di opposizione a decreto ingiuntivo: entro quale termine va effettuata la chiamata in causa del terzo? Ottobre 21, 2019 Chiama ..........

L'articolo completo e' riservato agli abbonati.
Login .:. Abbonati ora .:. Richiedi articolo
Visualizza
Nascondi