Chiamata del terzo, appello e scindibilità delle cause

Nel caso in cui il convenuto chiami in giudizio un terzo, esperendo nei suoi confronti una domanda di garanzia impropria, deve escludersi in appello l’inscindibilità delle cause ai fini dell’integrazione del contraddittorio nelle fasi di impugnazione, allorchè il chiamato non abbia contestato la fondatezza della domanda proposta contro il proprio chiamante e l’attore non abbia presentato domande verso il chiamato. Cassazione civile, sezione sesta, ordinanza del 6.10.2020, n. 21366 Download CondividiPost correlati:Chiamata in causa del terzo, chiamata in garanzia impropria ed estensione automatica della domanda nei confronti del terzo chiamato Settembre 7, 2 ..........

L'articolo completo e' riservato agli abbonati.
Login .:. Abbonati ora .:. Richiedi articolo
Visualizza
Nascondi