Autoriduzione del canone di locazione: sì se i vizi della cosa locata comportino un impedimento totale al godimento del bene

L’auto-riduzione del canone di locazione costituisce sempre atto arbitrario e illegittimo, che rende il conduttore inadempiente, anche nel caso in cui egli abbia tenuto il proprio comportamento per applicare l’art. 1578 cod. civ. Infatti, la riduzione totale o parziale del pagamento del canone è legittima solo quando i vizi della cosa locata comportino un impedimento totale al godimento del bene locato da parte del conduttore, e quindi sia venuta integralmente meno la controprestazione del locatore.   Tribunale di Napoli – Ischia – sentenza del 22.05.2019 CondividiPost correlati:Rimessione in termini: ammissibile anche al termine per proporre impugnazione, ma la malattia d ..........

L'articolo completo e' riservato agli abbonati.
Login .:. Abbonati ora .:. Richiedi articolo
Visualizza
Nascondi