Anomala elezione del domicilio, notifica del precetto, opposizione, competenza

L’”anomala” elezione del domicilio impone solo di notificare ivi il precetto, non certo di adire il giudice in quel domicilio. L’opposizione va comunque proposta dinanzi al giudice che ha collegamenti col luogo dell’esecuzione. Certo, se l’opponente scelga il giudice del domicilio “anomalo”, l’opposizione può restare lì e lì essere decisa nel merito, a meno che la controparte non formuli ritualmente eccezione di incompetenza. Ma non può certo essere la parte che sceglie il giudice sbagliato ad invocarne la declaratoria di incompetenza. La conseguenza è che in questi casi la pronunzia di incompetenza non è favorevole alla parte oppon ..........

L'articolo completo e' riservato agli abbonati.
Login .:. Abbonati ora .:. Richiedi articolo
Visualizza
Nascondi