Amministrazione di sostegno, competenza territoriale

Va data continuità all’orientamento per cui, tema di amministrazione di sostegno, la competenza territoriale si radica con riferimento alla dimora abituale del beneficiario e non alla sua residenza, in considerazione della necessità che egli interloquisca con il giudice tutelare, il quale deve tener conto, nella maniera più efficace e diretta, dei suoi bisogni e richieste, anche successivamente alla nomina dell’amministratore. In ragione della suddetta peculiare finalità della procedura, destinata a pendere fino alla pronuncia del provvedimento di chiusura, non opera il principio della perpetuatio iurisdictionis, trattandosi di giurisdizione volontaria non contenzi ..........

L'articolo completo e' riservato agli abbonati.
Login .:. Abbonati ora .:. Richiedi articolo
Visualizza
Nascondi