SPAZIANI, Il d.d.l. di delega recante disposizioni per l’efficienza del processo civile

Articolo di Paolo SPAZIANI

(Magistrato, Ufficio massimario presso la Suprema Corte di Cassazione, componente Commissione di Riforma del Processo Civile, Comitato scientifico LaNuovaProceduraCivile)

 

Sommario: 1. La storia del disegno di legge.- 2. La struttura del disegno di legge. Gli oggetti (generale e particolari) della delega.-  3. Il processo di cognizione di primo grado. A) I principi e criteri direttivi nel testo scritto dalla Commissione Berruti e approvato dal Consiglio dei Ministri.- 3.1. (Segue). B) Gli orientamenti attuativi della Commissione Berruti in ordine ai criteri di delega concernenti il giudizio di primo grado.- 3.2. (Segue). C) I criteri di delega del giudizio di primo grado nel testo approvato dalla Camera dei Deputati.- 4. Il giudizio di appello. A) I principi e criteri direttivi nel testo scritto dalla Commissione Berruti e approvato dal Consiglio dei Ministri.- 4.1. (Segue). B) I criteri di delega del giudizio di appello nel testo approvato dalla Camera dei Deputati.- 5. Il giudizio di cassazione. Identità tra i criteri elaborati dalla Commissione Berruti e quelli approvati dalla Camera dei Deputati.- 6. L’esecuzione forzata. A) I principi e criteri direttivi nel testo scritto dalla Commissione Berruti e approvato dal Consiglio dei Ministri.- 6.1. (Segue). B) I criteri di delega in materia di esecuzione forzata nel testo approvato dalla Camera dei Deputati.- 7. I procedimenti speciali.- 8. Ulteriori principi e criteri direttivi di carattere generale.- 9. I principi e criteri direttivi relativi agli oggetti particolari: 1) la famiglia e la persona.- 10. (Segue). 2) l’impresa.

 

SCARICA QUI IL CONTRIBUTO DI PAOLO SPAZIANI >>

Condividi