Responsabilità sanitaria: la L. 24/2017, in vigore dal 1.4.2017, assume già rilievo nell’ambito del giudizio penale di rinvio

Il tema della responsabilità dell’esercente la professione sanitaria è oggetto di un inedito intervento normativo, con il quale il legislatore pone mano nuovamente alla materia della responsabilità sanitaria, anche in ambito penale. Il riferimento è alla legge 8 marzo 2017, n. 24 recante Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie, pubblicata in G.U. Serie Generale n. 64 del 17.3.2017, con termine di vacatio in data 01.04.2017. L’entrata in vigore delle disposizioni ora richiamate assume rilievo nell’ambito del giudizio penale di rinvio, nel quale la Corte di Appello viene chiamata a riconsiderare il tema della responsabilità dell’imputato.

Cassazione penale, sezione quarta, sentenza del 30.3.2016, n. 16140

Condividi