Azione di rivendicazione ed onere probatorio

Per l’azione di rivendicazione è onere dell’attore provare il diritto di proprietà, onere inteso in maniera particolarmente rigorosa, tant’è che la prova de qua è comunemente denominata come probatio diabolica.

In tale ottica si è costantemente affermato che a parte attrice non basta esibire un titolo di acquisto derivativo, atteso che tale titolo non prova con certezza che egli è divenuto proprietario del bene, occorrendo piuttosto dare la prova che l’alienante o uno dei suoi precedenti danti causa erano sicuramente proprietari, potendo vantare un acquisto a titolo originario.

 

Tribunale di Nola, sezione prima, sentenza del 19.04.2018