Monthly Archives: gennaio 2014

La Nuova Procedura Civile compie un ANNO!!!

foto di Luigi Viola.

La Nuova Procedura Civile del 31.1.2014

Continua l’aggiornamento della Rivista con 7 news al giorno, 1400 all’anno.

INDICE

Mediazione delegata: ai fini della competenza non rilevano litispendenza e continenza [Tribunale di Verona, ordinanza del 27.1.2014]

Consegna di assegni dal debitore al creditore: è proposta di datio pro solvendo [Tribunale di Roma, sezione terza, sentenza del 17.9.2013]

Appello a sentenza del giudice di pace: per la competenza, non opera la preclusione ex art. 38 c.p.c. [Tribunale di Bari, sezione terza, sentenza del 10.9.2013]

Simulazione: litisconsorzio necessario tra tutti i partecipanti? [Corte di Appello di Lecce-Taranto, sentenza del 12.6.2013]

Incompetenza del giudice che ha emesso il decreto ingiuntivo [Corte di Appello di Lecce-Taranto, sentenza del 7.1.2013]

Ammissibili le prove atipiche, ma vanno valutate come presunzioni o argomenti [Tribunale di Reggio Emilia, sentenza del 23.5.2013]

La clausola di buona fede è criterio di reciprocità [Cassazione civile, sezione seconda, sentenza del  21.1.2014, n. 1179].

La clausola di buona fede è criterio di reciprocità.

La clausola di buona fede nell’esecuzione del contratto opera come criterio di reciprocità

Ammissibili le prove atipiche, ma vanno valutate come presunzioni o argomenti.

Nell’ordinamento civilistico manca una norma generale, quale quella prevista dall’art. 189 c.p.p. nel processo penale, che legittima espressamente l’ammissibilità delle prove non disciplinate dalla legge. Tuttavia, l’assenza di una norma di chiusura nel senso dell’indicazione del numerus clausus delle prove

Incompetenza del giudice che ha emesso il decreto ingiuntivo.

Nel caso di incompetenza (per valore, materia o territorio) del giudice che ha emesso il decreto ingiuntivo

Simulazione: litisconsorzio necessario tra tutti i partecipanti?

Il contraddittorio nel giudizio tra tutti i partecipanti ad un atto impugnato per simulazione

Appello a sentenza del giudice di pace: per la competenza, non opera la preclusione ex art. 38 c.p.c.

Stabilisce l’art. 341 c.p.c. che l’appello contro le sentenze del giudice di pace si propone dinanzi al tribunale nella cui circoscrizione ha sede il giudice che ha pronunciato la sentenza

Consegna di assegni dal debitore al creditore: è proposta di datio pro solvendo.

La consegna al creditore di assegni, bancari o circolari, da parte del debitore obbligato al pagamento di danaro è infatti qualificabile come proposta di datio pro solvendo

Mediazione delegata: ai fini della competenza non rilevano litispendenza e continenza

Può escludersi che la sospensione del giudizio possa determinare anche la sospensione del procedimento di mediazione che sia stato disposto nel corso di esso

La Nuova Procedura Civile del 30.1.2014

INDICE

Tecnica di redazione dell’appello e rispetto dei requisiti di contenuto-forma ex art. 342 c.p.c. Riflessioni a margine di un recente case law [articolo di Gianluca CASCELLA]

No al danno esistenziale: la terza sezione della Cassazione contraddice se stessa dopo pochi giorni? [Cassazione civile, sezione terza, sentenza del 28.1.2014, n. 1762]

Crediti per retribuzioni e provvigioni: il termine biennale non decorre dal momento del pignoramento o della dichiarazione di fallimento del debitore [Cassazione civile, sezione sesta, sentenza del 28.1.2014, n. 1740]

Dipendente di una società di un gruppo: deve lavorare per la singola società o per il gruppo? [Tribunale di Milano, sezione lavoro, sentenza del 26.11.2013]

La fattura non è prova del contratto: qualche volta è indizio [Tribunale di Milano, sezione undicesima, sentenza del 23.10.2013]

Memoria conclusionale [formula di Elena BRUNO]

Azione di simulazione esperita da terzi: non serve il pregiudizio attuale [Tribunale di Roma, sezione terza, sentenza del 25.10.2013].